Camoscio al Barolo

DIFFICOLTA’: media

PREPARAZIONE: 40 min + 48 ore di marinatura della carne

COTTURA: 2 ore

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 750 gr di camoscio
  • mezzo l di vino Barolo
  • 50 gr di lardo
  • 1 cipolla
  • 1 ciuffo di timo
  • 1 foglia di alloro
  • 50 gr di burro
  • 0,8 dl di brandy
  • sale e pepe

VINI CONSIGLIATI: Barolo ( rosso ) Bolgheri Sassicaia ( rosso )

PROCEDURA: 

Tagliate il lardo a filetti e usatelo per lardellare la spalla di camoscio. Mettetela in una pirofila, salatela e pepatela. Copritela con il vino e profumatela con mezza cipolla tagliata ad anelli sottili, il timo spezzettato e l’alloro. Fate marinare per 48 ore in luogo fresco, voltando la carne di tanto in tanto. Trascorso questo tempo fate sciogliere metà del burro in una casseruola, aggiungete la cipolla restante, tritata, e fatela appassire bene.

Togliete la spalla di camoscio dalla marinata, filtrate il liquido e tenetelo da parte. Pareggiate la carne. Aggiungete i ritagli cosi ricavati nella casseruola con la cipolla e fateli rosolare. Salate, pepate e continuate la cottura per 1 ora circa, bagnando di tanto in tanto con la marinata. Nel frattempo fate rosoplare la spalla di camoscio in 25 gr di burro, sfumatela con il brandy e fatela ridure della metà. Unite quindi la salsina a base di marinata, passata al setaccio, salate e pepate, quindi portate il camoscio a cottura. Affettate la carne, mettetela su un piato da portata e nappatela con la salsa. Servite immediatamente, accompagnando a piacere con la polenta o purea di patate.